Skip to content

Ciò che ci accomuna è la voglia di non sentirsi MAI PIÙ SOLI

difronte ad un momento di debolezza o di difficoltà, per questo l’associazione ha come missione il sostegno alle famiglie, attraverso il dialogo, per trasferire fiducia e speranza.

Ultime News

dal cuore dell’associazione

Riprendono gli incontri dei gruppi di auto-mutuo-aiuto

Sabato 1 Ottobre dalle ore 16 alle ore 18 riprendono gli incontri online di auto-mutuo-aiuto con la psicologa e psicoterapeuta drssa Maria Raugna: avranno cadenza mensile (il primo sabato di

Riprendono gli incontri di Generazione X 2.0 e XL!

Venerdì 23 Settembre sono ripresi gli incontri online del gruppo Generazione X 2.0 e venerdì 30 Settembre inizieranno quelli della Generazione XL. Sono momenti di riflessioni, di scambio di opinioni

Buone Vacanze

Volevamo augurare BUONE VACANZE a tutti non dimenticando mai quei bambini che purtroppo in questo periodo sono ricoverati o vivono delle problematiche per le quali non si possono concedere un

Prossimi Eventi

Mercatini, convegni, formazione o semplici incontri per stare insieme e fare rete. Ecco dove ci puoi trovare.

È facile aiutare l’associazione. Puoi fare tanto con poco..

Approfondimenti

Callirrhoe is committed to help people in need.

Report dell’incontro sulle RASopatie

Aggiorniamo le famiglie che non hanno potuto essere presenti all’incontro scientifico sulle RASopatie del maggio scorso a Roma grazie al resoconto delle relazioni effettuate dagli esperti intervenuti all’evento. La nostra

Nutrizione – Dott.ssa Valentina Giorgio – Webinar “IncontRARE le RASopatie” 27/02/21

La Dott.ssa Valentina Giorgio si è soffermata sul tema della nutrizione nelle RASopatie che risulta difficile per due fattori: problematiche strettamente nutrizionali (si riscontra disfunzione oro motoria) o a causa

Epilessia nelle RASopatie – Dott.ssa Domenica Battaglia – Webinar “IncontRARE le RASopatie” 27/02/21

La dr.ssa Domenica Battaglia che ha toccato il tema dell’epilessia nelle RASopatie: lo studio ha evidenziato che la percentuale di pazienti con epilessia è più alta nella mutazione BRAF presente